Salta al contenuto

Descrizione

Cosa cambia nel 2024

A decorrere dal 2024 il Bando approvato dalla Giunta regionale non prevede più:

  • la maggiorazione del contributo per i residenti nei comuni dell’Allegato 1bis
  • la maggiorazione per la rottamazione di una autovettura

Scopri le novità>>

Obiettivi

La Regione Emilia-Romagna intende incentivare l’utilizzo della bicicletta negli spostamenti quotidiani mediante l’erogazione di un contributo a parziale rimborso dell’acquisto di una bicicletta o di una cargo bike, entrambe a pedalata assistita

Per il 2024 potranno essere oggetto di contribuzione gli acquisti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2024.

Il bando è rivolto ai cittadini residenti nei 207 Comuni della Regione Emilia-Romagna elencati all’Allegato 1 (in fondo a questa pagina, alla voce "Documentazione"), situati in aree soggette a superamenti dei valori limite dei principali inquinanti (PM10, NOx) e che hanno aderito al Piano Regionale per la qualità dell’aria. L’obiettivo primario è la riduzione delle concentrazioni di PM10 e NOx nei comuni interessati dal numero di superamenti del valore limite giornaliero di PM10, a causa del quale le zone di pianura sono oggetto di procedura di infrazione europea.

Scopri se ci sono ancora risorse disponibili>>

A partire dal 2024 il Bando prevede l’inserimento nella fattura di vendita del numero del telaio del mezzo acquistato.
Pertanto, il cittadino richiedente il contributo regionale che debba sostituire il mezzo acquistato e oggetto di contribuzione, è tenuto (art 7 del bando) ad inviare alla casella di posta elettronica  bandobici@regione.emilia-romagna.it  la documentazione del rivenditore attestante la sostituzione del mezzo e l’indicazione del numero di telaio del nuovo mezzo che sostituisce quello per il quale è stata fatta domanda di contributo come precisato alla risposta alla FAQ n. 43.
L’osservanza della procedura prevista dal Bando ed esplicitata alle FAQ n. 43 e 44, permetterà al rivenditore di poter rimettere in commercio il mezzo sostituito perché il numero di telaio del mezzo non sarà più riferito a quella specifica richiesta di contributo, e al cittadino di conservare la documentazione corretta da presentare in sede di controllo.

Chi può presentare domanda di contributo

Possono presentare domanda ai fini della concessione del contributo le persone fisiche maggiorenni residenti in uno dei 207 Comuni elencati nell’Allegato 1, che dovranno risultare:

  • intestatarie della fattura/ricevuta fiscale di acquisto;
  • intestatarie o cointestatarie del conto corrente bancario o postale su cui verrà effettuato il versamento del contributo.

Entità del contributo

Fino a euro 500,00 per l’acquisto di una bici a pedalata assistita.

Fino a euro 1.000,00 per l’acquisto di una cargo bike a pedalata assistita.

Il contributo non potrà superare il 50% del costo del mezzo.

Modalità

La domanda di contributo dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, dalla persona fisica residente in uno dei 207 comuni elencati nell’Allegato 1, seguendo la procedura guidata dell'applicativo informatico che sarà aperto dal 9 gennaio 2024.

L’accesso al sistema informatico per la presentazione della domanda deve essere effettuato esclusivamente con credenziali di persona fisica SPID L2, Carta di Identità Elettronica (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS).

Per procedere alla compilazione della domanda, è necessario essere in possesso dei seguenti documenti di cui è richiesto il caricamento attraverso l’applicativo informatico:

  1. Marca da bollo di euro 16,00 che andrà apposta e annullata su apposita modulistica (Dichiarazione assolvimento imposta di bollo allegato n.2 in fondo a questa pagina alla voce "Documentazione 2024-2025");
  2. Fattura inerente al veicolo oggetto della richiesta di contributo, intestata al richiedente, nella quale devono essere evidenziati:
    - la dicitura “Programma di finanziamento per il miglioramento della qualità dell’aria nel territorio delle Regioni del Bacino Padano, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e Regione Emilia-Romagna”;
    - il codice fiscale del richiedente;
    - la marca, il nome del modello di veicolo, il numero del telaio;
    - il prezzo finale del veicolo. Nel prezzo finale non sono ammesse spese per accessori né eventuali spese di trasporto;
    - la dichiarazione di conformità del veicolo all’art. 50 del Codice della Strada, attestata dal costruttore o dal rivenditore.
  3. Quietanza di pagamento tramite dicitura corredata di timbro e firma del venditore apposta sulla fattura stessa (come da fac-simile, vedi allegato in fondo a questa pagina alla voce "Documentazione 2024-2025") o alternativamente allegando documentazione bancaria specifica (solo bonifici/carta di credito e solo con causale specifica che garantisca l’avvenuto acquisto).

PRESENTA LA DOMANDA

Scadenza per la presentazione della domanda

  • Per il 2024: dal 9 gennaio alle ore 14 al 31 dicembre 2024 alle ore 12;
  • per il 2025: dal 9 gennaio alle ore 14 al 1° luglio 2025 alle ore 12.

Documentazione annualità 2024-2025

Tipologia del bando

Agevolazioni, finanziamenti, contributi

Destinatari

  • Cittadini

Tempi e scadenze

07agosto2023

Data di pubblicazione

Allegati

Domande e risposte; risorse disponibili; cambiamenti nel 2024

Esiti

Riferimenti

Per eventuali richieste di informazioni non reperibili in questa pagina e nelle FAQ è possibile scrivere all’indirizzo mail dedicato: BandoBici@regione.emilia-romagna.it

Chiarimenti ed eventuali integrazioni alla domanda saranno possibili, solo in fase istruttoria (dopo la presentazione della domanda) e su richiesta della Regione o dei soggetti da essa incaricati per l’istruttoria, all’indirizzo mail comunicato in sede di domanda. A tal fine, si invita il richiedente a monitorare periodicamente la propria casella di posta elettronica verificando anche la cartella spam, in quanto la Regione non è responsabile del ricevimento delle mail ma solo dell’invio.

Per monitorare in tempo reale la propria pratica è possibile rientrare nello stesso portale sul quale è stata presentata la richiesta e visualizzare lo stato di avanzamento: la Regione non fornisce via mail tali informazioni consultabili direttamente dai cittadini e dalle cittadine.

Materie

Mobilità e trasporti

Ultimo aggiornamento: 06-06-2024, 10:21