E' tornato ColBus, il servizio di trasporto a chiamata per andare alla scoperta dell'Appennino bolognese

Collega le stazioni ferroviarie delle linee Porrettana e Direttissima con le principali località e attrazioni turistiche

E' ripartito anche nel 2021 e proseguirà fino al 12 settembre, nei giorni di sabato e domenica dalle 8 alle 20, ColBus, il servizio di trasporto a chiamata: 5 nuove linee di trasporto pubblico collegano le stazioni ferroviarie delle linee Porrettana e Direttissima con le principali località e attrazioni turistiche dell’Appennino bolognese.

Queste linee sono finanziate con i fondi europei del programma Interreg Central Europe.

Il ColBus è un servizio flessibile e viene costruito di volta in volta attorno all’utente. Funziona a chiamata, e richiede pertanto la prenotazione della corsa da parte dell’utente: non sono cioè previsti percorsi e orari fissi, ma una fascia di servizio e una rete di cinque possibili itinerari tutti collegati alle stazioni ferroviarie appenniniche. Gli utenti possono costruire la propria corsa scegliendo il percorso e l’orario a loro più utile; un sistema di gestione automatizzato provvede a ottimizzare il servizio a ogni nuova richiesta di viaggio.

Si può partire da Bologna in treno e scendere alle stazioni di Marzabotto, Riola e Porretta Terme lungo la linea Porrettana, e alle stazioni di Vado, Grizzana Morandi e San Benedetto Val di Sambro sulla linea Direttissima. Dalle stazioni, i 7 mini-bus a disposizione che prestano servizio sulle 5 linee consentono di raggiungere la Rocchetta Mattei, il Borgo La Scola e il Mulino Cati, il Lago di Suviana e Palazzo Comelli (linea 963); Lizzano in Belvedere, Gaggio Montano e il Corno alle Scale (linea 965); Casa Morandi e il lago di Castel dell’Alpi (linea 966); il Parco storico di Monte Sole (linea 961) e incrociare la Via degli Dei a Monzuno (linea 967) o a Madonna dei Fornelli (di nuovo con la linea 965), oltre a numerosi altri borghi e destinazioni come per esempio Castelluccio, Castel di Casio, Grizzana Morandi, Vidiciatico e molte altre.

ColBus si propone come servizio di trasporto sostenibile, alternativo all’automobile.

Consente di raggiungere luoghi che negli ultimi anni hanno visto un forte incremento dell’offerta di attrazioni e delle presenze turistiche, dove è possibile fare trekking e outdoor, trascorrere una giornata all’aria aperta o visitare i musei, i castelli e i santuari che caratterizzano l’area servita.

Per conoscere i dettagli sui percorsi, i costi e le modalità di prenotazione consultare https://www.tper.it/colbus

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/07 08:39:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-15T08:50:05+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina