Bus Parma, aumentano l'offerta di servizi e gli spazi a disposizione degli utenti

36 nuovi mezzi urbani ed extraurbani entrano a far parte della flotta Tep

Sono stati presentati a Parma i nuovi autobus che nelle prossime settimane andranno ad ampliare l’offerta di servizio e gli spazi a diposizione degli utenti del trasporto pubblico di Parma e provincia.

Sul piazzale della TEP è stato esposto un veicolo per ognuno dei 6 lotti di bus acquistati, a rappresentare un totale di 36 mezzi urbani ed extraurbani che entrano a far parte della flotta Tep e che aumenteranno l’offerta di servizio e la capacità di trasporto nel corso dei prossimi mesi.

I bus urbani

24 autobus sono destinati alla città. Di questo gruppo fanno parte i 10 nuovi filobus Solaris lunghi 12 metri in grado di trasportare fino a 84 persone, che prenderanno servizio sulla linea 1. Si tratta di veicoli elettrici al 100%. A integrare l’alimentazione tramite la linea filoviaria, infatti, non c’è un motore diesel, ma una batteria che si ricarica direttamente dalla rete elettrica e che consente al filobus una certa autonomia, utile per servire anche zone attualmente non coperte da filovia. Sarà così inaugurato il prolungamento della linea 1 al quartiere Parma Mia di recente edificazione, ad oggi non raggiunto dal trasporto pubblico. 

Ai filobus si aggiungono anche 8 bus MAN a metano, 12 metri, con 94 posti a bordo. La fornitura sarà completata nel mese di novembre, con entrata in servizio dei mezzi, dunque, in autunno. Con questo nuovo acquisto sale a 77 autobus la flotta a metano di TEP.

Non ci saranno però solo bus lunghi a far parte della rinnovata flotta aziendale, che si arricchisce anche di 3 minibus ISUZU lunghi 8 metri da 60 posti, adatti ai borghi stretti e alle piccole strade del centro, che saranno utilizzati in prevalenza sulla linea 15. Dispongono di una tecnologia di nuovissima generazione che rispetto ai normali Euro 6 riduce le emissioni inquinanti dell’80%.

Oltre ai bus di linea, sono stati acquistati anche 3 nuovi Happy Bus IVECO a metano per il trasporto scolastico, 50 posti a bordo, tutti a sedere, che andranno ad aumentare lo spazio a disposizione per i bambini delle scuole primarie.

I bus extraurbani

Il lotto comprende anche 12 bus suburbani ed extraurbani, suddivisi in 2 tranche. Un ruolo importante, nel prossimo servizio invernale, lo giocheranno gli 8 bus Scania autosnodati lunghi 18 metri destinati a servire i principali comuni della prima cintura extraurbana, che, con una capienza di 146 posti ciascuno, contribuiranno a potenziare il servizio e la capacità di trasporto su tratte particolarmente frequentate in orari di punta, specie in corrispondenza con l’entrata e l’uscita dalle scuole. Le tratte interessate sono oggi servite da bus lunghi 12 metri, che quindi saranno sostituiti dalle nuove vetture “doppie”, con un significativo aumento della portata di ogni corsa. A questi autosnodati si uniscono 4 autobus Scania lunghi 12 metri in grado di trasportare fino a 90 persone. Tutti e 12 i nuovi bus hanno emissioni molto basse, rientranti nella categoria Euro 6.

I 36 nuovi mezzi acquistati hanno tutte le dotazioni necessarie per agevolare il viaggio dei passeggeri con disabilità e per garantire un miglior comfort per chi usa il trasporto pubblico.

Fonti: Comune di Parma e Tep Parma

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/11 09:49:00 GMT+2 ultima modifica 2020-09-11T09:52:26+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina