Tep, 23 nuovi bus per il servizio urbano e interurbano di Parma

In servizio sui percorsi principali per potenziare il trasporto scolastico

Tep si prepara al nuovo anno scolastico in partenza ampliando l’offerta di servizio. Da lunedì 13 settembre, infatti, circolano 23 nuovi autobus sulle strade di Parma e provincia.

Si tratta di bus urbani lunghi 12 metri e di bus autosnodati interurbani, destinati cioè alle linee urbane prolungate ai comuni della prima cintura extraurbana.

Dei 23 autobus, 15 sono urbani alimentati a metano, modello Lion’s City prodotti dalla tedesca MAN. Possono ospitare fino a 94 passeggeri, con un posto riservato a persone con difficoltà motorie in carrozzina o a carrozzine e passeggini per bambini. I nuovi bus si caratterizzano per il pianale ribassato privo di gradini interni per facilitare l’accesso a bordo. Grazie alle sospensioni pneumatiche a controllo elettronico, si inclinano lateralmente alla fermata, così da ridurre l’altezza dello scalino d’ingresso a soli 24 cm. Ciò rende più agevole l’accesso ai passeggeri con disabilità motorie, riducendo il dislivello tra pianale e marciapiede e di conseguenza la pendenza della pedana a ribaltamento manuale.

Sono 8 i bus autosnodati Scania Citywide LF lunghi 18 metri, classificati Euro 6. Questi mezzi sono in grado di trasportare fino a 147 persone – delle quali 42 con posto a sedere – e saranno utilizzati prevalentemente sulle linee urbane prolungate ai comuni dell’hinterland parmense, specie nelle ore di punta quando maggiore è la necessità di potenziare il servizio. Anche in questo caso il pianale è completamente ribassato e l’accesso per i passeggeri con disabilità è agevolato dalla funzione di abbassamento laterale e dalla pedana di accesso manuale. A differenza dei bus della stessa categoria acquistati in precedenza, questi nuovi hanno un allestimento differente che prevede 4 porte – una in più rispetto alle 3 dei bus autosnodati già in uso – cosa che permetterà tempi d’accesso a bordo più rapidi e una migliore gestione dei flussi in salita e in discesa. Si tratta di qualità particolarmente importanti non solo in epoca Covid-19, ma anche durante i normali orari di punta, quando molte persone hanno necessità di entrare e uscire contemporaneamente.

L’entrata in servizio dei nuovi autobus non è l’unica novità prevista da TEP per l’avvio del servizio invernale. Da lunedì 13 settembre, infatti, è estesa a tutta la rete urbana la possibilità di acquistare il biglietto direttamente a bordo con carta di credito. Il servizio, entrato in funzione in via sperimentale a fine marzo sulla sola linea urbana 5, ad oggi ha consentito l’acquisto di quasi 10mila biglietti in modalità cashless. Da lunedì sarà disponibile su tutte le linee nell’ambito dell’area urbana, con un vantaggio aggiuntivo: quando il passeggero farà più corse urbane nell’arco della stessa giornata, il sistema applicherà la tariffa a lui più favorevole. Ciò significa che a partire dalla terza corsa validata in un’unica giornata sarà scalata la tariffa corrispondente al biglietto giornaliero (€ 4,00) anziché quella corrispondente all’acquisto di 3 o più biglietti di corsa semplice da € 1,50. Il servizio fa parte dei provvedimenti introdotti da TEP per limitare le transazioni vis-à-vis in periodo Covid e, insieme alle app, sostituisce sulla rete urbana la vecchia modalità di acquisto a bordo direttamente dal conducente.

Per raggiungere i comuni fuori città per i prossimi mesi sarà ancora necessario utilizzare i canali tradizionali per l’acquisto dei biglietti (biglietterie, tabaccherie, ma anche le app per l’acquisto dei biglietti Teseo e Muver), ma è già prevista l’estensione del servizio di validazione con la carta di credito anche all’intera provincia a partire dal 2022.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, l’azienda ha previsto 83 corse aggiuntive a potenziamento del normale servizio di linea, distribuite sulle principali direttrici urbane ed extraurbane. L’elenco dei servizi di rinforzo è disponibile sul sito TEP. Per la prima settimana saranno di nuovo presenti gli steward a gestire la distribuzione dei ragazzi sui bus all’uscita da scuola.

Dal 9 settembre, sono di nuovo attivi sulla linea 1 i filobus full-electric, che hanno ottenuto in questi giorni l’omologazione necessaria per poter percorrere il tratto non coperto da filovia – dalla stazione ferroviaria fino al parcheggio dell’autostrada – a trazione elettrica a batteria. 

Fonte: Tep

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/09/16 06:45:14 GMT+1 ultima modifica 2021-09-16T06:45:14+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina