Biciclette, a Reggio Emilia arrivano le rastrelliere antifurto

Più sicurezza per incoraggiare modalità sostenibili di spostamento

E’ iniziata la progressiva sostituzione delle rastrelliere per il parcheggio delle biciclette in centro storico, disposta dal Comune di Reggio Emilia per incrementare la sicurezza dei mezzi e contrastare il furto delle biciclette. Le nuove tipologie di rastrelliere – a batteria e ad arco – consentiranno infatti ai ciclisti di fissare più agevolmente il telaio del proprio mezzo alla struttura, rendendole così difficili da rubare.

L’intervento – per un investimento di 70mila euro da parte del Comune - è stato pensato per assicurare ai reggiani modalità sicure di deposito della propria bicicletta e per far sì che il timore dei furti non sia un disincentivo all’utilizzo di un mezzo tanto sostenibile e versatile per gli spostamenti quotidiani.

Si tratta della prima parte di un’opera complessiva di sostituzione e incremento dei posti bici in città; la prima area interessata, nella settimana 8-12 marzo, è quella della via Emilia Santo Stefano, piazza Gioberti, corso Garibaldi, via Reverberi, piazzale Fiume, via Gazzata, piazzetta Pignedoli, via del Guazzatoio. Nel complesso saranno 872 i nuovi posti bici sicuri.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina