Torna nel 2022 Mi Muovo Tutto Treno. Confermati anche i rimborsi per gli abbonati AV sulla linea convenzionale Rimini-Bologna-Milano con estensione regionale

Rinnovato l'accordo Regione - Trenitalia a favore dell’integrazione tra servizi ferroviari di differente classificazione

Aumentare il ricorso al trasporto pubblico attraverso il potenziamento della tariffazione integrata, in un contesto territoriale in cui i servizi ferroviari di lunga percorrenza e Alta Velocità sono fortemente correlati, anche per motivi geografici, con quelli regionali. Con questo obiettivo Regione Emilia-Romagna e Trenitalia rinnovano, anche per il 2022, l'accordo che prolunga l'iniziativa "Mi Muovo Tutto Treno" e, sulla linea convenzionale Rimini-Bologna-Milano, la possibilità di acquistare l'abbonamento AV con estensione regionale e ottenere un rimborso. 

L'importanza dell’integrazione tra servizi ferroviari di differente classificazione è alla base della card "Mi Muovo Tutto Treno", che consente agli abbonati del servizio ferroviario regionale di accedere, all'occorrenza, anche ai treni di categoria superiore (FrecciaBianca e Intercity) a prezzi favorevoli, naturalmente sulla stessa tratta prevista dal proprio abbonamento. 

Riservato ai possessori di un abbonamento mensile e annuale a tariffa regionale ordinaria con origine e/o destinazione in Emilia-Romagna, questo titolo di viaggio non può essere abbinato agli abbonamenti scontati per studenti e ha un prezzo differenziato in funzione della distanza: 110 euro fino a 40 Km (11 euro la versione mensile), 140 euro da 41 a 125 Km (14 euro mensile), 170 euro oltre 125 Km (17 euro mensile). Unico accorgimento, prenotare gratuitamente il posto prima di salire sul treno. 

Grazie all'abbonamento regionale gli utenti hanno diritto ai vantaggi dell'iniziativa Mi Muovo anche in città, che consiste nel diritto all'utilizzo gratuito dei servizi di trasporto pubblico nelle aree urbane di 13 città (i capoluoghi più Imola, Carpi e Faenza) quando queste costituiscono l'origine e/o la destinazione del loro titolo di viaggio. 

Diversa la modalità di accesso all'altra agevolazione che Regione e Trenitalia offrono ai pendolari che, per le proprie necessità di spostamento, acquistano un abbonamento mensile Alta Velocità sulla linea convenzionale Rimini-Bologna-Milano con estensione regionale. Con un costo maggiorato del 5% gli utenti possono utilizzare anche i treni regionali, oltre che i Freccia Bianca e gli Intercity. 

In questi casi lo strumento scelto per contenere i costi da parte degli utenti non è una card, bensì un rimborso. La Regione, infatti, rimborsa agli abbonati residenti in Emilia-Romagna una quota variabile a seconda della lunghezza del percorso: da 0 a 50 km (Bologna-Modena), rimborso del 25%; 30% da 51 a 70 km (Bologna-Forlì); 40% da 71 a 110 km (Bologna-Parma, Milano-Piacenza) e, infine, 45% da 111 a 999 km (Piacenza-Bologna, Rimini-Bologna). 

Sono esclusi dall'agevolazione, al momento, gli abbonamenti sulle tratte AV Bologna–Milano, Reggio Emilia–Milano e Bologna–Reggio Emilia e viceversa. Le pratiche di rimborso hanno cadenza trimestrale e sono gestite da Fer - Ferrovie Emilia-Romagna, attraverso l'accredito sul conto corrente dell'abbonato. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/12/20 12:38:00 GMT+2 ultima modifica 2021-12-20T12:45:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina