Reggio Emilia, linee di indirizzo e 252 colonnine di ricarica per potenziare la mobilità elettrica

Si anticipano scelte già previste dal Piano urbano della mobilità sostenibile

In arrivo oltre 250 colonnine di ricarica a Reggio Emilia: la giunta comunale ha approvato le "Linee di indirizzo tecniche e gestionali per l’installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici sul territorio comunale", individuando un iter e regole da seguire per tutti gli operatori privati interessati a posizionare nuove ‘colonnine’, un settore d’impresa sempre più in crescita negli ultimi anni.

L’approvazione di questo regolamento, finalizzato a incentivare l’utilizzo dei mezzi a trazione elettrica in città, è parte del ‘pacchetto ripartenza’ della Fase 2 Coronavirus, dedicato a uno sviluppo innovativo della mobilità sostenibile. Questa, come altre misure di mobilità dolce, anticipa la realizzazione di scelte previste dal Piano urbano della Mobilità sostenibile (Pums) già adottato, in cui si ribadisce l’importanza della transizione verso la mobilità elettrica per contribuire alla riduzione delle emissioni acustiche e inquinanti da traffico veicolare.

In totale sarà possibile posizionare 252 punti di ricarica, di cui 236 quick charging per la ricarica di tipo accelerato (di potenza pari a 22 kW) e 16 postazioni fast charging per la ricarica veloce (di potenza pari ad almeno 50 kW).

Sono state, inoltre, individuate due macrozone dove installare le infrastrutture.

La macrozona 1 comprende il centro e i quartieri limitrofi, la stazione
centrale storica e quella dell’Alta velocità Mediopadana, le Reggiane, l’Arcispedale Santa Maria Nuova, il Campus universitario San Lazzaro e alcuni parcheggi scambiatori; la macrozona 2 include i quartieri più esterni e le frazioni.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina