Trasporto pubblico, parcheggi e ciclabili: il Comune di Piacenza presenta i progetti per l'ammissione ai finanziamenti statali

I fondi si rivolgono agli enti che abbiano già redatto i Pums o affidato l’incarico per la loro realizzazione

Trasporto pubblico, parcheggio pendolari alla stazione ferroviaria e collegamento ciclabile tra polo logistico e la città: sono questi i tre maxi progetti su cui il Comune di Piacenza chiede l’ammissione ai fondi statali che, con suo Decreto del 9 maggio 2019, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha stanziato per i progetti di prefattibilità.

Il fondo, rivolto primariamente agli enti che abbiano già redatto i Piani urbani della mobilità sostenibile - Pums o affidato l’incarico per la loro realizzazione, prevede uno stanziamento per il Comune di Piacenza di 348mila euro.

All’interno del Pums, che nelle prossime settimane sarà presentato in consiglio, l’Amministrazione comunale ha individuato alcuni progetti ritenuti particolarmente strategici, in particolare “pianificare e realizzare interventi di miglioramento del sistema di controllo e gestione della mobilità cittadina nelle sue diverse componenti, anche mediante nuove tecnologie”.

Il primo dei tre interventi per i quali il Comune richiede l’adesione al finanziamento del progetto di prefattibilità riguarda, come detto, la realizzazione di un sistema di trasporto rapido di massa, “in sostituzione delle linee urbane di forza – si legge nella scheda - e la successiva e progressiva estensione lungo le direttrici di collegamento tra Piacenza e le sue frazioni alla luce delle nuove polarità urbane che si stanno definendo in ambito comunale come, per esempio, la realizzazione del nuovo polo ospedaliero a ridosso della tangenziale”. (270mila euro l’importo richiesto a finanziamento per la realizzazione del progetto di prefattibilità)

Secondo ambito di intervento – importo di 48mila euro richiesti al Ministero – riguarda il progetto per la “realizzazione dell’autostazione dei bus extraurbani e urbani in Viale S.Ambrogio al posto del parcheggio pendolari adiacente alla stazione FS e sfruttando le aree lasciate libere della rilocalizzazione dello scalo merci ferroviario in località AP6 Granella realizzazione del parcheggio pendolari a nord della stazione con collegamento diretto alla stessa”.

Trentamila euro (30.000) infine è l’importo richiesto per il progetto di prefattibilità relativo alla realizzazione del collegamento ciclabile con il Polo Logistico di Le Mose, con la previsione di un sottopasso o sovrappasso della linea ferroviaria.

Oltre ai tre ambiti evidenziati, il Comune di Piacenza – così come indicato dal Ministero – ha avanzato proposte per ulteriori interventi, i cui progetti di fattibilità potrebbero essere finanziati con eventuali economie o reintegri di fondi statali. “Ampliamento della rete di piste, corsie e percorsi ciclabili urbani e periurbani – si legge nella ulteriore scheda inviata al Ministero – ricucendo la rete esistente attraverso la riqualificazione delle seguenti strade: via Farnesiana, via I Maggio – via Cella, via Emilia Pavese, via Colombo (tratto via Manzoni-via Cremona) e via Emilia Parmense, via Manfredi, via Boselli, Strada della Raffalda, viale S. Ambrogio e via La Primogenita”.

Maggiori informazioni sul portale del Comune di Piacenza.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/14 09:40:03 GMT+2 ultima modifica 2019-11-14T09:40:03+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina