Salta al contenuto

Introduzione

Spostarsi a piedi e in bicicletta. Una scelta sostenibile a zero emissioni, da incentivare sempre più. Perché è comoda, fa bene alla salute e alla qualità dell’aria.

Parte proprio da questa premessa il nuovo bando, approvato dalla Giunta regionale e rivolto agli enti locali del territorio, per la realizzazione di piste ciclabili e progetti di mobilità dolce e ciclopedonale.

Il provvedimento, dal valore di 17 milioni di euro complessivi, è finanziato con le risorse del Programma regionale FESR 2021/2027 ed è in linea con la Strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici - che tra gli obiettivi ha l’incremento delle piste ciclabili strettamente connessi agli obiettivi di riduzione delle emissioni del 55% al 2030 - e con quanto previsto dal Regolamento Ue per la qualità dell’aria.  

“La nostra mobilità ha una connotazione sempre più ‘verde’ -sottolinea l’assessore regionale a Mobilità e Infrastrutture, Andrea Corsini-.  Dal ricambio dei mezzi pubblici perché siano meno inquinanti e più confortevoli, agli interventi di mobilità sostenibile nei centri urbani, alle piste ciclabili per favorire sempre meglio il cambiamento sostenendo i buoni comportamenti di cittadini e imprese. Provvedimenti come questo- chiude l’assessore- vanno anche nella direzione di una maggiore sicurezza per la circolazione ciclistica, di incentivare i trasferimenti casa-lavoro-scuola, e favorire il cicloturismo verso le città d’arte e le aree naturalistico-paesaggistiche della nostra regione”. 

I beneficiari del bando 

Possono accedere ai contributi previsti dal bando la Città metropolitana di Bologna, le Province, i Comuni e le Unioni. Se i progetti riguardano aree territoriali di competenza di più di un ente è ammessa che la partecipazione in forma aggregata designando un soggetto ‘capofila’. 

Il contributo 

I progetti candidati sono finanziati sotto forma di cofinanziamento in conto capitale.

La percentuale massima di contributo è pari all’80% dell’investimento ammissibile.

Il contributo massimo è pari a 1, 5 milioni di euro. Non sono ammesse domande di contributo per cui la spesa ammissibile è inferiore a 100mila euro. 

Le domande 

Le domande possono essere presentate dalle ore 10 del 15 giugno 2023 alle ore 13 del 15 settembre 2023, esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web ‘SFINGE 2020’, le cui modalità di accesso e di utilizzo saranno rese disponibili sul sito della Regione all’indirizzo https://fesr.regione.emilia-romagna.it/opportunita/2023/realizzazione-di-piste-ciclabili-e-progetti-di-mobilita-dolce-e-ciclopedonale-1

Gli interventi ammessi 

Sono ammessi al bando interventi per la realizzazione di piste ciclabili o percorsi ciclopedonali in aree urbane e periurbane, aree pedonali, creazione e completamento di ciclovie, interventi che favoriscono la mobilità dolce nei percorsi casa-lavoro, anche in intermodalità con il sistema del trasporto ferroviario e su gomma e verso le aree periferiche produttive/commerciali, la ricucitura di percorsi ciclopedonali e loro messa in sicurezza

I progetti ammessi a finanziamenti dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2025.

Il link al bando: https://regioneer.it/bandopisteciclabili

Ultimo aggiornamento: 29-04-2024, 11:13