Autobus e mobilità urbana

Autobus e svolta 'green', mobilità urbana e infrastrutture innovative, agevolazioni

Autobus in Emilia-Romagna: la svolta green

tper_ibridi_nov2018_600x400.jpgSono 600 i nuovi autobus messi in strada negli ultimi 5 anni e altrettanti sono in arrivo entro il 2021. Mezzi ecologici, silenziosi e sicuri, nell’ambito di un piano pluriennale che guarda oltre il 2025 e prevede l’acquisto di 1.600 nuovi autobus in totale, con un investimento pubblico di oltre 450 milioni di euro al 2033, che vede coinvolte anche le città ad alto inquinamento e quelle con popolazione superiore a 100mila abitanti.

Complessivamente, considerando anche il contributo delle Aziende di trasporto pubblico locale, l’impegno previsto è di 600 milioni di euro.

Il ricambio interesserà i mezzi delle aziende di trasporto pubblico e anche quelle di soggetti privati titolari di trasporto pubblico. I risultati attesi sono la progressiva riduzione dal servizio dei mezzi più inquinanti e un abbassamento significativo dell’età media del parco autobus regionale.

Un trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano su gomma che si rinnova, da Piacenza a Rimini, con mezzi a basse emissioni, dotati delle più moderne tecnologie e misure per la sicurezza a bordo, cambiando in meglio la qualità dell’aria e della vita.

Le risorse destinate alla Regione e provenienti dal Piano strategico nazionale della mobilità sostenibile, porteranno all’acquisto di 857 mezzi, di cui 294 previsti in circolazione già nel prossimo quinquennio. Saranno alimentati per il 92% a metano o ibridi a metano, per il 4% elettrici e il 4% a gasolio, senza trascurare le infrastrutture di ricarica dei mezzi elettrici e di deposito per il rifornimento degli autobus a metano, che riguardano la città di Bologna.

Altri 300 nuovi mezzi saranno acquistati grazie ai fondi della Regione assegnati dal Ministero dell’Ambiente alle Regioni del Bacino Padano. Avranno alimentazioni a metano e ibridi a metano (50%) e gasolio a minime emissioni Euro 6 (50%), questi ultimi utilizzati in prevalenza per le aree montane remote e sui territori extraurbani non serviti da infrastrutture di supporto per il rifornimento del metano.

Infine, 165 mezzi sono previsti con le risorse della Regione derivanti dal fondo del Ministero dei Trasporti.

Le risorse destinate dal Piano Strategico alle Città ad alto inquinamento dell’Emilia-Romagna porteranno ad un acquisto di ulteriori 150 mezzi nel quinquennio, mentre sono in fase di programmazione e definizione del piano di investimento da parte dei Comuni dell’Emilia-Romagna con popolazione superiore a 100.000 abitanti, i quasi 175 milioni di euro a loro destinati nel periodo fino al 2033. 

Mobilità urbana e infrastrutture innovative

People_mover.jpgFilovie, navette in sede propria, sistemi di trasporto rapido che vanno a collegare aree intensamente frequentate, punti strategici e percorsi ad alta valenza turistica. La mobilità sostenibile passa anche attraverso progetti innovativi ad hoc studiati sulle caratteristiche e sulle esigenze specifiche dei diversi territori.

L’Emilia-Romagna ne ha tre, in parte già realizzati e attivi.

A Bologna il PIMBO (Progetto Integrato della Mobilità Bolognese) porterà all’integrazione sistema di trasporto urbano costituito dal Servizio ferroviario metropolitano (rete dorsale) e delle linee portanti del trasporto pubblico locale bolognese, che verranno trasformate in linee ferroviarie per ridurre l'impatto ambientale. Il progetto, che interessa il territorio dei comuni di Bologna e Casalecchio di Reno, prevede la costruzione di nuove fermate, la realizzazione di opere di accessibilità, migliore riconoscibilità e segnalamento delle stazioni; interramento della tratta urbana della linea ferroviaria Bologna- Portomaggiore, estensione e riqualificazione della rete filoviaria, acquisto di mezzi filoviari moderni e confortevoli.

Sempre a Bologna il People Mover - Marconi Express, una navetta elettrica in sede segregata, cioè svincolata dal traffico stradale, collega dal novembre scorso l’Aeroporto G. Marconi di Bologna e la Stazione Centrale. Il tracciato è di circa 5 km, ha una fermata intermedia e un tempo di viaggio inferiore ai 10 minuti. 

Lungo la costa romagnola, infine, il Metromare è un sistema di trasporto rapido il cui progetto prevede l’utilizzo di mezzi a guida assistita e a trazione elettrica e si compone delle Rimini FS-Riccione FS, Rimini FS-Rimini Fiera e Riccione-Cattolica. 

Al momento bus su gomma a basso impatto ambientale, presto completamente elettrici, collegano Rimini a Riccione in 23 minuti, transitando in 15 stazioni intermedie, con una frequenza delle corse ogni 20 minuti. 

L’attenzione agli utenti: strumenti e agevolazioni

validatori.jpgCon l’iniziativa Mi Muovo anche in città già da qualche anno gli abbonati ferroviari, annuali o mensili, con origine e/o destinazione in una delle 13 città con più di 50.000 abitanti, viaggiano gratis sui mezzi urbani di quelle città.

Dal 2020, poi, la sostenibilità ambientale va sempre più di pari passo con l’attenzione all’istruzione. Con la card “Grande” tutti gli under 14, infatti, possono utilizzare gratuitamente gli autobus e i treni lungo i loro percorsi casa-scuola e nel tempo libero, per la stessa tratta coperta dall'abbonamento.

A partire da settembre 2021 la misura si estende anche agli studenti, residenti in regione, iscritti alle scuole superiori di secondo grado (medie superiori) statali o paritarie, compresi gli iscritti presso gli Istituti di formazione professionale. vai alle informazioni>>

Trasporto pubblico più vantaggioso, quindi, con ricadute positive per la sostenibilità ambientale e per le famiglie, ma non solo per gli studenti.

La Regione Emilia-Romagna è attiva anche nell’erogazione di tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto (Mi Muovo insieme) a favore di disabili, anziani a basso reddito e altre categorie sociali svantaggiate.

Sono i Comuni, in collaborazione con le Agenzie per la Mobilità e le Aziende di Trasporto a definire le modalità di concessione dei contributi. 

Sostenere una migliore fruizione del trasporto pubblico significa anche innovarsi sul piano della tecnologia e delle opportunità offerte dagli strumenti digitali.

Si va dalla app Roger (che consente di pianificare il viaggio con soluzioni che integrano i collegamenti nazionali con il trasporto locale e i parcheggi e acquistare online tutti i titoli di viaggio) alla app e sito Chiamatreno (che mostra in tempo reale l’orario dei treni regionali e informa di eventuali ritardi e altri provvedimenti, come mezzi sostitutivi) per approdare al pagamento direttamente sul bus con carta di credito o di debito, oppure tramite smartphone o smartwatch, grazie alla tecnologia EMV.

Già entro quest’anno in tutti i capoluoghi di provincia, ed entro il 2022 nel resto della regione, saranno attivi nuovi validatori “verde smeraldo”

Per pagare con la propria carta di credito o di debito contactless sarà quindi sufficiente accostare la carta al validatore verde e attendere che sul display appaia l’indicazione di avvenuta riconoscimento del titolo. Senza preoccuparsi di zone o tariffe.

Dopo il debutto, già avvenuto, sul Marconi Express e su una linea urbana sia a Bologna sia a Parma, il progetto di estensione dei nuovi validatori procederà fino alla completa copertura dell'intera flotta su gomma nelle quattro aziende di trasporto pubblico della regione. In tutto sono 1.500 i validatori verde smeraldo che entreranno in funzione progressivamente su tutto il territorio regionale per un investimento complessivo di 3 milioni e 275mila euro cofinanziati al 50% dalla Regione attraverso fondi comunitari PorFesr e per il restante 50% dalle aziende.

In particolare, questa nuova forma di transazione garantisce facilità di pagamento e totale sicurezza e riservatezza.

L’incoraggiamento all’utilizzo del trasporto pubblico a beneficio dell’ambiente, quindi, si salda con l’altro grande tema della digitalizzazione e dei sistemi di trasporto intelligenti (ITS), il cui ruolo diventa sempre più rilevante di fronte ai cambiamenti nelle esigenze e modalità di spostamento di persone e merci.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/21 10:53:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-16T15:47:58+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina