sabato 22.07.2017
caricamento meteo
Sections

Settore idroviario

Le funzioni all'interno del sistema idroviario padano veneto e le attività dell'Agenzia interregionale per il Po

Cosa fa la Regione

La Legge n. 380 del 1990 rappresenta la norma fondamentale su cui si basa l’attuale assetto istituzionale del sistema idroviario padano veneto e integra il D.P.R. 616/77, che prevede che le Regioni che si affacciano sul Po e sulle idrovie collegate, riunite in intesa, svolgano le funzioni di comune interesse in materia di navigazione interna. In questo quadro, attraverso una convenzione modificata più volte, è dal 1979 che l’Intesa Interregionale per la Navigazione Interna, sottoscritta dalle Regioni Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, svolge un coordinamento per l’esercizio delle funzioni amministrative in materia.

In attuazione del Piano Generale dei Trasporti, la Legge 380/90 ha previsto la realizzazione del sistema idroviario padano veneto, definendolo come di preminente interesse nazionale e attribuendone la realizzazione alla competenza del Ministero dei Trasporti. Le Regioni partecipano alla formazione del suo Piano di attuazione.

Il Decreto legislativo n. 112 del 31 marzo 1998 ha conferito alle Regioni (Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) la gestione del sistema idroviario.

Fino al 2009 tutte le funzioni in materia di navigazione interna (vale a dire l’attuazione degli interventi regionali nel settore, la gestione dei servizi e delle relative infrastrutture, l’ispettorato di porto, l’elaborazione e l’attuazione dei programmi regionali e di quelli definiti dall’Intesa relativi alla navigazione interna e infine l’istruttoria tecnica per il rilascio delle concessioni sul demanio della navigazione interna) sono state svolte dall’Azienda Regionale per la Navigazione Interna (ARNI), istituita con la Legge Regionale n. 1 del 1989. In seguito la Regione, al fine di far confluire in un unico ente tutte le competenze che riguardano il fiume Po in un’ottica di razionalizzazione delle relative attività, ha scelto di avviare la fusione tra ARNI e AIPO (Agenzia Interregionale per il Po), che dall’1 febbraio 2010 svolge in avvalimento tutte le funzioni in materia.

A chi rivolgersi

Servizio Viabilità, logistica e trasporto per vie d'acqua
Viale Aldo Moro, 30
40127 Bologna
tel. 051.527.3758
fax 051.527.3459
Viabilita@regione.emilia-romagna.it

Responsabile Alfeo Brognara


Infrastrutture idroviarie e portualità marittima commerciale
Cristina Bianchi
tel. 051.527.3810
Cristina.Bianchi@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/02/2013 — ultima modifica 26/07/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it