sabato 16.12.2017
caricamento meteo
Sections

Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale

Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale


Cosa fa la Regione

logoLa sicurezza stradale è un valore prioritario per la Regione Emilia-Romagna. Al fine di ridurre il numero di vittime sulla strada e il costo sociale causato dagli incidenti stradali, la Regione interviene con azioni di educazione, formazione e diffusione della cultura della sicurezza stradale attraverso l’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale. Tutto ciò anche alla luce della indicazioni europee e nazionali recepite con la legge 120/2010 (art.1 comma 1 del Nuovo Codice della strada ) e Piano Nazionale della Sicurezza Stradale - Orizzonte 2020.

Per questo fin dagli anni ’80 ha promosso politiche per affrontare questo tema.

Nel 1983 approvò il programma “Educazione stradale – educazione per la vita”, il primo in Italia su questo argomento.

Il 5 giugno 1984, con una propria proposta di legge, il Consiglio Regionale deliberò all’art. 3 l’obbligo del casco protettivo per i conducenti ed i passeggeri dei ciclomotori e motocicli in transito sul nostro territorio regionale.

La legge non fu approvata, ma fu il primo importante passo verso una successiva serie di provvedimenti legislativi che porteranno fra l’altro all’adozione della legge sul casco obbligatorio. (L. 3/1986, solo per i minorenni e successivamente con la Legge. 472/99 per tutti).

L'Osservatorio rappresenta un punto di riferimento per istituzioni, il territorio e la società. E' stato riformato con la legge regionale n. 13 del 2015 - "Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni" (art. 80: Osservatorio regionale per l'educazione alla sicurezza stradale. Modifiche alle leggi regionali n. 30 del 1992 e n. 35 del 1990).

Si avvale come metodo di lavoro del “sistema a rete”, vale a dire un approccio che prevede il coinvolgimento di soggetti, istituzionali e non, che svolgono un ruolo in materia di sicurezza stradale. Il sistema permette che ciascuno porti esperienze, professionalità e risorse ed evitando, allo stesso tempo, sovrapposizioni e dispersione di risorse.

Per promuovere azioni informative e di sensibilizzazione indispensabili a contrastare gli incidenti stradali, l’Osservatorio utilizza forme di comunicazione molto diversificate e sperimentali, avvalendosi anche di tipologie di linguaggi differenziati indispensabili per raggiungere il maggior numero di utenti della strada.

A chi rivolgersi

Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale


osseducstrad@regione.emilia-romagna.it

Mauro Sorbi (Presidente) tel. 051 527 3294 

 

Emanuela Bergamini Vezzali (Presidente onorario) tel. 051 527 3848

Staff:

Germano Biondi tel. 051 527 3689 
Maurizio Dall'Ara tel. 051 527 3816
Annamaria Orsi tel. 051 527 5887

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/09/2013 — ultima modifica 23/06/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it