lunedì 20.11.2017
caricamento meteo
Sections

All'Emilia-Romagna il Premio nazionale "Basta sangue sulle strade"

Conferito per i progetti dell'Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale

Primo al Premio Nazionale Sicurezza Stradale “Basta sangue sulle strade”. L'Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per i molteplici progetti finalizzati alla sicurezza stradale.

Il premio, per la categoria “Istituzioni”, è stato conferito dal Consiglio direttivo dell’Associazione familiari e vittime della strada che ha vagliato le candidature di tutti coloro che si sono distinti, ciascuno nel proprio ambito di competenza, con iniziative tese a divulgare la cultura della sicurezza stradale.

Lo hanno ritirato oggi a Milano, nell’ambito della 75° edizione di Eicma (Esposizione internazionale del ciclo e motociclo), l’assessore regionale a Mobilità e trasporti, Raffaele Donini, e il presidente dell’Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna, Mauro Sorbi.

Le attività dell’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna

Per ridurre il numero di vittime sulla strada e il costo sociale causato dagli incidenti stradali, la Regione interviene con azioni di educazione, formazione e diffusione della cultura della sicurezza attraverso l’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale.

Per promuovere azioni informative e di sensibilizzazione indispensabili a contrastare gli incidenti stradali, l’Osservatorio prevede campagne e diverse attività e incontri, anche in collaborazione con le scuole, altre istituzioni, forze dell’ordine e vigili del fuoco.

Per la guida sicura, due le campagne realizzate: “Liberi di guidare…sempre”, destinata gli over 65/70 al momento del rinnovo della patente, e “Col casco non ci casco” per i bimbi dai 6 ai 10 anni.

Poi “Sicuri e rispettati”, rivolta al rispetto degli spazi di sosta; “Luci su due ruote” per l’educazione stradale dei ciclisti; “Carabinieri per un giorno”, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri per accrescere la consapevolezza dei rischi dell’uso di alcol e droghe; il tour del “Tir crash test simulation” per l’utilizzo delle cinture; “Vacanze coi fiocchi” per la sicurezza sulle strade delle vacanze estive; “R’Estate prudenti” per ricordare che le norme del codice della strada non vanno in vacanza; “Siamo nati per camminare”, in collaborazione con l’Università Verde-Centro Antartide per invitare a far diventare l’andare a piedi uno stile di vita; “Siamo tutti pedoni” per richiamare l’attenzione sulle tragedie che coinvolgono il più debole della strada.

Sono state organizzate poi iniziative rivolte ai lavoratori che usano veicoli aziendali e nei percorsi casa-lavoro; ai bimbi delle scuole d'infanzia con un progetto che al termine prevedeva la consegna della patente del triciclo; la distribuzione di materiale e la partecipazione a dibattiti in occasione della settimana della mobilità sostenibile o di fiere e manifestazioni.

I prossimi appuntamenti riguardano l’avvio di una “Campagna sulla distrazione”, rivolta a tutti, e la campagna “Fair play” per la convivenza civile tra tutti gli utenti delle strade.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/11/2017 — ultima modifica 10/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it