Tragitti casa-scuola, l'impegno dell'Agenzia per la mobilità di Modena

Il progetto "A scuola in autonomia" coinvolge 4 Comuni e altrettanti istituti comprensivi

Creare le condizioni educative, sociali, culturali e infrastrutturali utili ad aumentare l'autonomia dei ragazzi diretti a scuola. E' l'obiettivo del progetto "A scuola in autonomia", promosso e coordinato da aMo - Agenzia per la mobilità di Modena, cui hanno aderito 4 Comuni modenesi, e altrettanti istituti comprensivi.

Il progetto è nato dalla volontà di affrontare con un approccio diverso un problema ormai noto ad Amministrazioni e Dirigenze scolastiche: la congestione della viabilità nei pressi delle scuole elementari e medie, in orario di entrata e uscita dai plessi, per l'abitudine ormai consolidata di portare bambini e ragazzi a scuola con l'auto privata il più possibile vicino all'ingresso delle aule. Un problema non solo di traffico, ma di peggioramento della qualità dell'aria e di salute delle nuove generazioni.

Proprio per cercare approcci nuovi, sostenibili e condivisi agli spostamenti casa - scuola, il progetto coinvolge sperimentalmente 4 comuni: Carpi, Sassuolo, Mirandola e Castelfranco Emilia, e altrettante scuole secondarie di primo grado: "O. Focherini" (Comprensivo Carpi Zona Nord); "G.Marconi" (Comprensivo Marconi di Castelfranco); "F.Montanari" di Mirandola; "F. Ruini" (Comprensivo Sassuolo 3 Sud).

Per saperne di più consultare il comunicato stampa dell'Agenzia per la mobilità di Modena.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/11/19 10:08:00 GMT+1 ultima modifica 2018-11-28T09:02:45+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina