Bologna, strisce pedonali più visibili e a lunga durata

Al via la sperimentazione in alcune vie del centro

Parte da tre incroci molto utilizzati la sperimentazione di materiali innovativi, più durevoli, ad alto potere rifrangente e antisdrucciolo per realizzare gli attraversamenti pedonali.

Nei giorni scorsi le strisce bianche tra via Indipendenza e via Ugo Bassi, quelle tra piazza della Mercanzia e via Rizzoli e quelle all'incrocio con Strada Maggiore, sono state ridipinte con un materiale termoplastico preformato, resistente ai raggi UV e in grado di durare circa 10 volte in più rispetto alla tradizionale vernice. Attualmente, in quegli stessi incroci, gli attraversamenti vengono rinfrescati ogni sei mesi.

Alla fine della sperimentazione, se i risultati dovessero essere quelli sperati e attesi, si potrà procedere anche con altri attraversamenti. Questo porterebbe ad un risparmio economico ma anche a un vantaggio per la cittadinanza: meno interruzioni alla circolazione e meno cantieri per ridipingere le strisce.

Questo tipo di segnaletica, oramai utilizzata in tutte le grandi capitali europee, ha un ulteriore vantaggio: il progressivo annerimento visibile a occhio nudo, non fa perdere le caratteristiche di luminanza retroriflessa, e quindi di efficacia e sicurezza per tutti gli utenti della strada.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/04 08:19:55 GMT+1 ultima modifica 2019-01-04T08:19:55+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina