Emilia-Romagna e Cina sono più vicine: al 'Marconi' di Bologna atterra il primo volo diretto

Proveniente da Shenyang, 240 passeggeri

E' arrivato a Bologna il primo volo diretto proveniente dalla Cina. Partito da Shenyang, capoluogo della provincia del Lianoning, con 240 passeggeri è atterrato questa mattina alle 8 sulla pista del Marconi dopo oltre 10 ore di volo.

Si dà così ufficialmente il via al 'Programma Cina' - concordato dall’Aeroporto di Bologna con la compagnia aerea Blue Panorama Airlines e il tour operator cinese Phoenix Travel Worldwide in collaborazione con Welcome Chinese - che proseguirà con l’avvio del collegamento diretto con Taiyuan, nello Shanxi, previsto per il prossimo 22 luglio. L'iniziativa che introduce la città ai turisti cinesi arriva a distanza di nove mesi dalla missione a Pechino e Shanghai dell’Aeroporto Marconi, del Comune di Bologna e di Bologna Welcome.

Ad attendere i passeggeri che saranno impegnati in un tour di due settimane con oltre 10 tappe in Italia, in cui Bologna rappresenta la prima e l’ultima, una delegazione tra cui l’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini, e il sindaco di Bologna, Virginio Merola, guidata dal presidente del Marconi, Enrico Postacchini.

Obiettivo dell'iniziativa è far diventare Bologna la porta di ingresso per visitare l'Europa per il mercato turistico cinese che è oggi il più grande del mondo in termini di spesa e il secondo più grande in termini di organizzazione di viaggi, con una crescita del +27% di visitatori nel 2017 per l’area metropolitana di Bologna e del +16,2% nei primi cinque mesi del 2018.

Prossimo obiettivo del Marconi sarà quello di attivare anche voli di linea sulle nuove rotte cinesi, in modo da offrire un servizio non solo in incoming per i cinesi che vengono a visitare Bologna e l’Italia, ma anche outgoing per gli italiani che intendono recarsi in Cina per lavoro o turismo.

Enrico Postacchini, presidente dell'Aeroporto di Bologna: "Fino a ieri solo Roma e Milano offrivano collegamenti diretti con la Cina. Con questi nuovi voli, l’Aeroporto di Bologna si conferma sempre più uno scalo di rilevanza internazionale, con un forte presenza nell’Est Europa, in Russia ed Oriente. Quello di oggi è un risultato che abbiamo fortemente voluto, insieme agli enti territoriali e di promozione turistica, che ringrazio per tutto il lavoro fatto insieme in questi mesi, come ringrazio tutte le persone dell’Aeroporto che hanno reso possibile l’avvio dei voli."

Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna: "Oggi l’Emilia-Romagna apre la sua porta d’ingresso principale alla Cina, già ora fra le principali fonti di turismo al mondo oltre che Paese al quale le nostre imprese guardano sempre di più, forti di prodotti innovativi e di grande qualità. Ero a Pechino lo scorso novembre quando venne firmato l’accordo con l’Aeroporto Marconi per l’avvio dei voli verso la nostra regione e adesso si apre davvero una opportunità da cogliere a pieno: abbiamo tutte le carte in regola per farlo, visti i 57 milioni di presenze turistiche registrate nel 2017, la prestigiosa Lonely Planet che premia l’Emilia-Romagna come Best in Europe 2018 mettendola al primo posto fra le dieci mete da visitare nel Vecchio Continente e il fatto che secondo le stime economiche questo potrebbe essere il quarto anno consecutivo come prima regione in Italia per crescita. Per un gioco di squadra, insieme a parti sociali e territori, che intendiamo continuare a far funzionare così come successo finora."

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/16 11:20:00 GMT+2 ultima modifica 2018-07-26T15:05:15+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina