sabato 16.12.2017
caricamento meteo
Sections

Rivoluzione per i pendolari e i viaggiatori: in arrivo 86 nuovi treni regionali

Dal 2019 prime consegne in Emilia-Romagna

Una rivoluzione per il trasporto ferroviario regionale e per i pendolari e i viaggiatori dell’Emilia-Romagna, che sarà la prima regione in Italia, nel 2019, a fare entrare in servizio i nuovi convogli: 86 treni - 47 modello  ‘Pop’ e 39  ‘Rock’ -  all’avanguardia, accessibili alle persone con disabilità e a chi va in bici, dotati di tutti i confort e di servizi innovativi. 

Questi convogli rientrano nella dotazione prevista dalla cosiddetta “gara del ferro”, la gara per l’affidamento dei servizi ferroviari aggiudicata da parte della Regione al consorzio formato da Trenitalia e Tper. Si aggiungeranno ai treni Stadler e Vivalto che sono già in circolazione, in anticipo sui tempi grazie alla fornitura anticipata richiesta ed ottenuta dalla Regione.

I nuovi treni sono stati presentati oggi a Bologna nel corso di una iniziativa – presenti il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, l’assessore Raffaele Donini, il sindaco Virginio Merola, oltre a Tiziano Onesti e Orazio Iacono, presidente e amministratore delegato di Trenitalia, e Renato Mazzoncini, amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato – che ha dato il via al Pop-Rock tour che li presenterà in tutto il Paese.

Fino al 12 ottobre i nuovi modelli ricostruiti in scala 1:1 sono in mostra al Trenitalia Village, allestito in piazza Maggiore, nel capoluogo regionale. 

I treni Pop e Rock

Entrambi i modelli sono elettrici. Mono piano i Pop, bipiano i Rock e potranno raggiungere la velocità massima di 160 km orari. Mentre i Pop saranno dotati di 300 posti a sedere (convogli composti da 4 elementi) e oltre 200 (per quelli composti da 3 elementi), con i modelli Rock si arriva rispettivamente a 600 e a oltre 450. Entrambi sono accessibili alle persone con disabilità e hanno la possibilità di trasportare biciclette. I treni Pop inoltre, sono dotati di prese per pc tablet e cellulari, oltre alla rete Wi-fi a disposizione degli utenti. 

I nuovi modelli garantiscono una maggiore sicurezza grazie all’installazione di telecamere di videosorveglianza a bordo e, rispetto alla precedente generazione, di convogli consumeranno il 30% in meno di energia. 


La gara del ferro

Sono sette i nuovi treni Vivalto, convogli di ultima generazione introdotti, a partire da maggio 2016, che contribuiscono al rinnovo del parco treni regionale previsto entro il 2019 a seguito della Gara del ferro, aggiudicata nel 2015 dalla Regione a Trenitalia/Tper, che ne metterà in circolazione complessivamente 96. 

Per velocizzare l’inserimento di nuovi convogli sulle linee emiliano-romagnole, la Regione ha anticipato la fornitura di 22 nuovi treni entro il 2017. Ai Vivalto si aggiungono 5 treni Stadler già in funzione su diverse linee regionali. Con la consegna nei prossimi mesi di un ulteriore Vivalto, tutti i collegamenti di tipo regionale veloce fra Piacenza e Rimini saranno effettuati con i nuovi convogli. Complessivamente sono infatti otto i convogli di questo tipo acquistati da Trenitalia, con un investimento di circa 57 milioni di Euro, di cui 10,6 con contributo della Regione Emilia-Romagna. 

  

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/10/2017 — ultima modifica 16/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it