lunedì 21.05.2018
caricamento meteo
Sections

Ferrovie

Rapporto con gli utenti

Il ruolo del Crufer, l'organismo che raggruppa comitati locali di pendolari, organizzazioni e associazioni dei consumatori in rappresentanza degli utenti; le agevolazioni per i pendolari

Cosa fa la Regione

cruferLa Regione Emilia-Romagna attua politiche di condivisione e partecipazione alla programmazione, organizzazione ed erogazione dei servizi di necessità pubblica di propria competenza. Nell'ambito specifico del trasporto ferroviario è indispensabile il confronto consultivo degli utenti stessi con modalità ampiamente rappresentative della comunità dei viaggiatori regionali, in modo da poter valutare la qualità ed efficienza dei servizi resi.

In quest'ottica è stato istituito il Comitato consultivo regionale degli utenti ferroviari dell’Emilia-Romagna (Crufer) rientra tra gli strumenti di comunicazione con gli utenti del servizio ferroviario regionale.

Costituitosi in una prima configurazione temporanea nel marzo 2005 in attuazione dell’art. 17 della L.R. 30/98, il Crufer continua a operare con ampia autonomia funzionale e gestionale.

Le funzioni:

  • esprime pareri consultivi su tematiche sottoposte dalla Regione Emilia-Romagna;
  • assume iniziative di proposta alla Regione su aspetti del servizio ferroviario;
  • acquisisce informazioni in ordine all’adeguata risposta nei tempi e nei modi previsti dalla normativa vigente alle segnalazioni e ai reclami raccolti;
  • effettua studi, analisi, ricerche anche in accordo con la Regione.

Fanno parte del CRUFER Comitati locali di pendolari, organizzazioni e Associazioni dei consumatori.

La Regione ha inoltre riconosciuto, negli ultimi anni a partire dal 2006, particolari agevolazioni per gli abbonati alle ferrovie. I pendolari hanno potuto usufruire di un mese di viaggio gratis a parziale compensazione dei disagi subiti a causa di particolari eventi (ad esempio le forti nevicate) o di disservizi in generale. Le risorse sono state recuperate dalle penali applicate dalla Regione alle imprese ferroviarie nei casi di mancato rispetto di quanto previsto dal contratto di servizio. Il caso più recente è quello del maggio 2016.

A chi rivolgersi

Servizio Trasporto pubblico e mobilità sostenibile
Responsabile: Alessandro Meggiato
viale Aldo Moro, 30
40127 Bologna
tel. 051.527.3855
fax 051.527.3833
email Servtre02@Regione.Emilia-Romagna.it

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/04/2013 — ultima modifica 01/09/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it