Traffico negli aeroporti dell'Emilia-Romagna

Il trasporto aereo passeggeri e cargo

Traffico passeggeri negli aeroporti dell’Emilia-Romagna (2008-2018)
Fonte: elaborazioni dati Assaeroportitrafficoaeroporti_monitoraggio2019.png

Nel 2018, con 8.893.672 passeggeri, il traffico aereo in Emilia-Romagna ha registrato un nuovo leggero aumento rispetto all’anno precedente, con quasi il 3% di crescita, confermando il trend positivo già avviato nel 2014. Ciò è dovuto alla crescita degli scali di Rimini (+0,8%) e Bologna (+3,8%), nonostante la diminuzione dei passeggeri transitati dallo scalo di Parma (-51,1%). Gli scali di Bologna e Rimini hanno quindi compensato per ora sia le ulteriori perdite dello scalo di Parma che la totale inattività al servizio commerciale dell’aeroporto di Forlì.

Riguardo al settore cargo in Emilia-Romagna, dopo un biennio di crescita, il 2018 ha registrato una flessione complessiva degli aeroporti regionali di -6,3%, pari a 52.813 tonnellate/anno trasportate (comprensivo delle merci-avio, merci-superficie e posta). Ciò è dovuto da una flessione combinata degli aeroporti di Bologna (-6,1%) e di Parma (-60,9%), mentre Rimini, in controtendenza, ha registrato un aumento percentuale considerevole (pari a 34 tonnellate) rispetto al 2017. Considerato il "peso" in termini percentuali dell’Aeroporto di Bologna nel segmento cargo a livello regionale, la crescita del Fellini di Rimini non è stata sufficiente a compensare la flessione complessiva registrata nel 2018. L’aeroporto di Forlì, anche per il settore cargo, risulta chiuso al traffico.

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/09/05 09:50:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-22T10:54:04+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina